Senza categoria

Recensione Prima Pelle 10%

Buonasera gente!!!
Nonostante questo caldo mi tolga parecchie energie, cerco di andare avanti, contando i giorni che mancano alla fine dell’estate. Ebbene sì, io non sono una summer addicted, non sopporto l’afa, le temperature alte e il sole cocente perchè mi abbassano la pressione e quindi barcollo un po’…ma non mollo!

Dopo avervi rivelato ciò, passo a parlarvi di questo splendido prodotto del marchio Latte e Luna: Prima Pelle 10%.

13567412_10209761781190021_2005163844598869168_n

Prima di tutto, due parole su questo brand: è una cosmesi naturale e direi innovativa poichè i suoi prodotti sono anidri, ovvero privi di acqua; si propone di rispettare ogni tipo di pelle, in modo tale da riservarle solo ciò di cui ha bisogno senza eccedere.

Tra i tanti prodotti c’è questa pomata, Prima Pelle 10%, dalle proprietà protettive, lenitive e nutrienti; presenta infatti gli estratti di camomilla, calendula e malva uniti all’olio di semi di zucca. I primi tre hanno proprietà calmanti mentre l’olio è un antisettico e igienizzante.
Questo è l’Inci:
oryza sativa brain oil, butyrospermum parkii butter, cera alba, helianthus annuus seed oil, chamomilla recutita flower extract, calendula officinalis flower extract, cucrbita pepo seed oil, tocopherolo.

Prima di tesservi le lodi di questa crema vi voglio parlare della mia pelle: quando ero piccolina ho sofferto di dermatite atopica e purtroppo chi soffre di dermatite una volta può avere delle ricadute. Infatti dopo anni di assoluta tranquillità, nelle ultime tre estati, compresa questa, la pelle delle mie mani non è stata bene.
Sostanzialmente ho iniziato a soffrire di dermatite da stress mista a disidrosi, tuttavia entrambe sono stagionali, ovvero si ripresentano solo d’estate. Quest’anno, rispetto ai due passati va meglio, ma in certi giorni combattere il prurito non è facile e non sempre riesco a vincere.
Quando la situazione è disperata l’unica cosa che mi dà sollievo è il cortisone ma ovviamente non posso e non voglio abusarne; nei periodi in cui la mia pelle sta meglio fatico a trovare una pomata adatta: quelle cosmetiche classiche le evito proprio, quelle prese in farmacia si dividono in due categorie, ci sono quelle che bruciano se ho qualche spaccatura e vi assicuro che non è piacevole e ci sono quelle il cui foglietto illustrativo raccomanda di non usare sulle ferite aperte.
In questo panorama un po’ desolante, ho fatto tombola quando ho scoperto dell’esistenza di questo prodotto: infatti circa un anno fa acquistavo on line la prima confezione, 110 ml al prezzo di 28 €…da lì è stata la svolta.

Premetto che non ha un effetto curativo sulla dermatite, tuttavia per il resto è una bomba! Ogni qual volta la pelle mi tira o è secca o è un po’ arrossata, applico Prima Pelle et voilà! è come se la mia cute mi ringraziasse. Ne basta pochissima, poichè ha una consistenza molto oleosa e densa, perciò se ne applicate troppa rischiate che non si assorba e che la pelle maceri; questo è anche il motivo per cui mi è durata 11 mesi.
Ogni volta dopo averla massaggiata per bene avverto appieno il suo potere calmante e lenitivo, davvero è quasi una coccola, inoltre non brucia se la pelle presenta fissurazioni e non è controindicata nei casi di ferite aperte.
Ha un colore giallognolo, non ha odore e seppur ricca, se spalmata bene si assorbe in fretta.
Non ho mai notato che aumenti la velocità di cicatrizzazione delle ferite, d’altronde non è questo il suo scopo, però ho notato che rende la sensazione di prurito meno aggressiva.

Un ultimo appunto: 28 € possono sembrarvi tanto, ma come già detto è un costo che si ammortizza nel tempo. In più spesso ho acquistato prodotti farmaceutici e non crediate che costino poco, quindi per me questo è uno di quei casi in cui il prodotto vale questo prezzo.
Oltre alla confezione da 110 ml ne esiste un’altra da 43 ml e che costa 17€, il PAO è di 24 mesi.

Per oggi questo è tutto, spero di avervi fatto un po’ di compagnia raccontandovi di una tipologia di prodotto un po’ diversa ma per me davvero essenziale.
Buona serata e baci!

Elena

 

Annunci
Haul

Haul Bottega Color Cannella.

Buona domenica a tutti! In questa giornata di ballottaggio romano ho un attimo di tempo per raccontarvi la mia esperienza di acquisti on line sul sito de La Bottega Color Cannella.
Tale Bottega è un negozio che si trova ad Ostia e che vende tantissime marche bio, non solo di cosmetica ma anche di tisane e di cibo: ha pure un sito dove è possibile acquistare e dunque qualche tempo fa ho fatto il mio ordine: nel giro di cinque giorni i miei prodottini erano a casa e sono state ben due le cose che ho apprezzato particolarmente.
La prima riguarda i campioncini che mi hanno mandato (cosa non scontata) e la cura con cui li hanno impacchettati….tra poco seguirà la foto. 😉
La seconda è lo scontrino fiscale che mi hanno mandato oltre alla fattura ed è la prima volta che mi arriva comprando prodotti online e dunque sono rimasta stupita.
Detto ciò ecco come è arrivato il pacchetto:
ordine
e cosa ho acquistato:

prodotti
Gli Invisibobble sono elastici per capelli prodigiosi secondo alcune ragazze; anche una mia amica ci si trova benissimo perchè non stringono, non strappano i capelli e ne esistono in tantissimi colori, vi potete proprio sbizzarrire.
Io ho scelto la tonalità Universal Blue, un classico blu scuro che va bene su tutto. 😉
In ogni confezione ce ne sono tre e il costo è di 5 €; volendo si possono usare anche come braccialetti, avendoli così sempre a portata di mano.

La Prima Pelle 10% del  brand Latte e Luna è l’unico prodotto che conoscevo e per cui ho fatto l’ordine. Si tratta di una pomata lenitiva per cute sensibile e fragile. Non aggiungo molto altro perchè arriverà un post interamente dedicato a lei; 110 ml costano 28 €, non è poco lo so, ma sappiate che la precedente mi è durata ben 11 mesi, dunque è un prezzo che si ammortizza.

Infine l’ultimo prodotto è il Biocao de La Saponaria, un burro di cacao all’olio extravergine di oliva e alla cera di riso, totalmente vegano e il cui costo è di 4 €.

Parliamo ora dei campioncini…guardate come li hanno confezionati!

omaggio incartato
In maniera adorabile! ❤
Ma cosa conterrà tale pacchetto?

omaggio
Una saponetta all’Aloe Vera della Naturaequa, che per la mia pelle delicata è un toccasana e due filtri di una tisana della Pukka ai fiori di Sambuco e all’Echinacea…come avranno fatto a indovinare che sono una patita di thè e tisane è un mistero! 😀

In totale ho speso 37 €, il costo di spedizione è di 4.90€ ma ho potuto approfittare di uno sconto di 5 € poichè è stata la prima volta che ho ordinato da questo sito: alla fine ho pagato 36.90€ .
Le mie impressioni generali sono ottime e penso proprio che se ne avrò l’occasione acquisterò di nuovo da La Bottega Color Cannella.
Spero di poter recensire presto burro di cacao ed elastici, intanto vi auguro una fantastica domenica, baci!

Elena

 

Senza categoria

Promossi del periodo!

Buonasera a tutti!
Come è andato questo 2 giugno? Qui a Roma il tempo non è stato granchè e dunque oggi pomeriggio…muffins! Li adoro ragazzi; adoro farli e di conseguenza mangiarli e poi trovo siano perfetti in qualsiasi momento della giornata. Ma questo non è un blog di cucina e dunque passo a parlarvi dei prodotti che in quest’ultimo periodo mi gustano proprio. 🙂

Iniziamo da mani e capelli.
promossi corpo

  • Balsamo Splend’Or: ne ho già parlato nel post sul cowash, scrivendone positivamente; infatti mi ci trovo bene, districa i nodi, nutre i capelli senza appesantirli. Il risultato è un riccio morbido, definito ed idratato ad un prezzo davvero conveniente se pensate che questo balsamo costa meno di 5 euro. Il profumo è al cocco ma non rimane per niente e questo è un peccato perché amo il cocco e la sua profumazione, ma vabbé!
  • Crema Ultra-Nutriente, Yves Rocher: un’ottima crema mani. Corposa al punto giusto ma si assorbe in pochissimo! Ero incredula le prime volte in cui la usavo poiché per me la densità di una crema per le mani è direttamente proporzionale al tempo che tale prodotto impiega ad assorbirsi. Invece qui magia! La crema viene assorbita dalla pelle in pochissimi minuti e subito vi accorgete dell’idratazione che rilascia.
    Questo fa di lei un mai più senza sia d’estate che d’inverno. E’ all’arnica, quindi la profumazione sa di arnica ma non chiedetemi di descriverla perché non son capace e poi non ha parabeni; non so il prezzo in quanto è stata un regalo.

    p. promossi

  • Signature Eyemarker, Kiko: questo eyeliner fa parte di una delle ultime collezioni del brand, The Artist, la quale credo sia ancora disponibile nei negozi; fateci un salto poiché per questo prodotto ne vale la pena. E’ davvero valido: si stende benissimo, è nero opaco con una fantastica scrivenza già dalla prima passata  e non cola: l’ho testato per più di mezza giornata e in questo arco di tempo non subisce variazioni.
    La cosa più bella è la punta:
    punta eye liner kikoinfatti essendo così arrotondata segue bene la curva dell’occhio perciò è facilissimo da stendere perfino nel momento della codina, la quale può essere fatta sia sottile che un po’ più spessa.
    Che altro dirvi…costa 6.90 euro…affrettateviiiii!!! 😉
  • I love nude eyeshadow, Essence: giuro che è davvero lui l’ombretto che vedete nella foto! Purtroppo le scritte si sono scolorite già da subito, quindi dovete fidarvi. 😉
    Ho la colorazione 04, sweet like chocolate, ovvero un bel marrone caldo e opaco, ma non troppo scuro. Ecco lo swatch:
    swatch essence i love nude
    Diciamo che è una sorta di nocciola con il quale mi trovo benissimo. La resa è fantastica, sia con o senza primer l’ombretto si fissa e non va assolutamente nelle pieghe della palpebra; si sfuma bene e non è polveroso.
    E’la mia manna dal cielo in quei giorni in cui non so come truccarmi: metto questo, un po’ di rimmel e di matita e il trucco occhi è fatto.
    Non ricordo bene il prezzo ma comunque si sa che Essence è molto low cost e ci sono altre 5 colorazioni sempre sui toni del nude, ovviamente. 🙂
  • Mascara a tutto volume effetto ciglia finte, Bottega Verde: dunque è un buon mascara ma non dà propriamente un effetto ciglia finte, siamo obiettivi con noi stessi Bottè!
    Tuttavia mi piace tantissimo come apre lo sguardo: ha un potere non solo volumizzante ma anche allungante. Inoltre trovo che curvi parecchio le ciglia senza usare assolutamente il piega ciglia…effetto occhi da cerbiatta assicurato. 😉
    Costa 14.99 euro ma io l’ho acquistato con uno sconto, pagandolo così solo 5 euro, yuppi!

 

Bene gente, per questa sera è tutto! Io sono leggermente stanchina ma non troppo, dunque suppongo che prima di crollare mi vedrò una puntatina di Game of Thrones.
Buona serata a tutti!
Un bacio,

Elena

 

Senza categoria

Bocciati del periodo!

Buon pomeriggio a tutti!!! Lo so, manco da un sacco di tempo, veramente tanto e mi scuso.
Ultimamente è stato un periodo un po’ denso di impegni e di novità che spero di potervi annunciare presto; per ora posso solo anticiparvi che ne sono entusiasta.

Ovviamente chi ne ha risentito è il blog e spero di poter recuperare anche perché ho dei post in mente: quello che mi è mancato ultimamente è stato soprattutto il tempo.

Oggi vi racconto dei prodotti deludenti testati nell’ultimo periodo: la buona notizia è che sono solo due…la cattiva notizia non c’è! 😀
Eccoli qui:

bocciati periodo

  • Balsamo corpo vellutante Elisia, Nature’s: dunque questo è il classico balsamo corpo da utilizzare sotto la doccia sulla pelle ancora bagnata: lo massaggiate un po’, risciacquate e poi vi asciugate tamponando senza sfregare. La descrizione del prodotto lo presenta come idratante e vellutante, in grado di rendere morbida la pelle dopo la detersione.
    Ecco, no…ma proprio no. Io non so se ho eccessivi problemi di secchezza, fatto sta che mettere o non mettere questo balsamo è la stessa cosa. Dopo il bagno o la doccia necessito di una crema che sia davvero idratante, perché altrimenti non ho la pelle nutrita nè morbida. La profumazione fiorita svanisce dopo il risciacquo, quindi proprio non ci siamo. Non ne conosco il costo, poiché è stato un regalo, tuttavia pure se costasse un euro, secondo il mio modesto parere, non ne vale la pena.
  • Ultra Dolce Shampoo, Garnier: ho acquistato questo shampoo al costo di due euro circa per cercare di ammorbidire i miei capelli che ultimamente erano un po’ secchi.
    L’olio di avocado e il burro di karité sono ingredienti rinomati per il loro potere idratante e quindi ho pensato di aver svoltato…eheheh povera illusa.
    I capelli effettivamente sono risultati più idratati, peccato che sto shampoo mi abbia causato una forfora che levate, come si dice a Roma.
    Perfino la mia parrucchiera mi ha chiesto cosa fosse successo e ha convenuto con me che tale prodotto non va bene.
    Ora io non so che farne, dato che ne ho ancora metà e adesso sto utilizzando uno shampoo specifico anti forfora…staremo a vedere.

Ecco qui i miei “non ci siamo” del periodo…pochi ma uno sfacelo totale!

Buona domenica pomeriggio a tutti, baci!

Elena

 

Senza categoria

Oggi parliamo di Cowash!

Ma buonasera gente!!!
Ebbene si, ci sono cascata pure io e ho fatto il Cowash, ovvero Conditioner Only Washing: in pratica mi sono lavata i capelli usando semplicemente e solamente il balsamo.

Questo trend gira sul web da un po’ e mi ha incuriosita tantissimo sin dall’inizio, pur lasciandomi un po’ scettica: infatti temevo che usando solo il balsamo i capelli mi si sarebbero ingrassati ma così non è stato.

Per realizzare il Cowash vi servono solo due “ingredienti”:
cowash
zucchero di canna e balsamo! Apro una parentesi sul balsamo: siccome ne serve un po’, il mio consiglio è di non utilizzare un balsamo che costi troppo, perchè andrebbe sprecato; compratene uno con un buon Inci ma il cui prezzo sia abbordabile.
Ho sentito recensire positivamente lo Splend’ Or sia sui blog sia su alcuni canali youtube ed in effetti mi ci sto trovando decisamente bene.
Gli effetti positivi di questo tipo di lavaggio sono dovuti al fatto che i balsami contengono meno tensioattivi rispetto agli shampoo e quindi risultano meno aggressivi; l’utilizzo dello zucchero di canna  consentirà di fare uno scrub, il quale sgrasserà naturalmente la cute, pulendola.
Le dosi che ho usato io sono state: mezzo bicchiere di plastica riempito di balsamo e due cucchiaini di zucchero di canna.
Dopo aver mescolato il composto l’ho applicato sui capelli precedentemente bagnati, cominciando dal cuoio capelluto e massaggiando con i polpastrelli effettuando un movimento circolare; poi piano piano sono scesa sulle lunghezze, districandole con le mani. In tutto ho lasciato in posa il composto per circa 5 minuti e poi ho risciacquato con abbondante acqua.

I risultati?
Strabilianti! Come ho già detto, ero perplessa sulla riuscita del Cowash, ma mi sono dovuta ricredere. I capelli sono apparsi morbidissimi, setosi al tatto e anche più voluminosi; i ricci stessi sono rimasti più definiti e lucenti.
Tra l’altro non mi si sono sporcati prima del tempo, bensì ho rilavato la chioma dopo 6 giorni.
Che dire…sono diventata una fan del Cowash, ehehheh! Io poi che vengo da un periodo in cui i capelli mi si sono un po’ seccati a causa di un balsamo decisamente NO, dopo che li ho lavati così ne ho tratto solo benefici.

Spero di esservi stata utile e fatemi sapere se avete mai provato questo trattamento. 😉

Buona serata e baci!

Elena.

Senza categoria

L’ho finito, lo ricompro? #13

Buon pomeriggio a tutti! Finalmente rieccomi con un post sui prodotti finiti…mi sono resa conto che l’ultimo post di questo tipo risale a gennaio e nel frattempo direi che ho terminato un po’ di cosine. Ultimamente sto scrivendo poco, semplicemente perchè con queste belle giornate spesso sono fuori casa per godermi passeggiate, sole…pollini e allergia, yuppi yu!!!!

Bando alle ciance parliamo di ciò che mi preme e iniziamo con i prodotti finiti relativi alla cura del corpo.
finiti corpo

  • Baume Fondant, Aroma Zone: un burro corpo alla vaniglia fantastico. L’ho usato soprattutto sulle gambe e sulle mani e devo dire che va lavorato pochissimo: infatti a contatto col calore del corpo diventa una cremina che si assorbe subito, lasciando le gambe idratate e con un profumo tenue di vaniglia ma senza patine o altri segni bianchi. Un’altra cosa che ho apprezzato è l’indicazione precisa della data di scadenza, la quale mi pare fosse verso maggio 2016…ovviamente è terminato prima.Lo ricomprerei?
    Assolutamente si! Mi piacerebbe ritornare a Parigi per riacquistarlo, in quanto Aroma Zone si trova lì, ma suppongo venda anche on line. 100 ml costano 8.50 euro e devo dire che questo prodotto li vale tutti.
  • Crema doccia nutriente al burro di Karitè Bio, Yves Rocher: non è un semplice bagnoschiuma ma una vera e propria crema. L’odore, tipico del Karitè ( e che io, ahimè, non so descrivere), è molto leggero e non rimane a lungo ma ciò che mi ha davvero stupito è quanto riesca a nutrire la pelle. Infatti questa crema doccia  è molto ricca e densa; l’effetto finale è che la pelle, dopo il bagno, è idratata e morbida e almeno la mia non necessita dell’applicazione del latte corpo.La ricomprerei?
    Yes! E’ il prodotto perfetto soprattutto di inverno, quando dopo la doccia sono particolarmente pigra e non mi va di stare lì a usare idratanti & co.
    Non ne conosco il prezzo perché è stato un regalo.
  • Balsamo ricci perfetti, Pantene: terribile! L’ho recensito di recente come prodotto bocciato: sostanzialmente non districa e mi ha seccato molto i capelli. Ora che sto usando un altro balsamo vedo la differenza e noto come i miei ricci siano più definiti e più nutriti.Lo ricomprerei?
    Mai Più!!!!
  • The verde deodorante, Bottega Verde: buono, fa il suo lavoro, ha questa profumazione di the verde che mi piace tanto e che rimane abbastanza da farmi sentire fresca e pulita.
    Lo ricomprerei?
    Si e già l’ho ricomprato più volte ma sempre con gli sconti…perchè 13 euro per 125 ml mi sembrano un po’ troppi, eh Bottega?! 😛

Ora passiamo a ciò che ho terminato per il viso!
finiti viso

  • Aloe Lips, Forever Living: prima di questo burro di cacao, Forever Living non mi diceva nulla. Di recente però c’è stato un periodo in cui le mie labbra non stavano benissimo, infatti io soffro di dermatite e periodicamente mi si ripresenta e in questi casi ho bisogno di prodotti con una marcia in più. Lui lo è. ❤
    Come primo ingrediente ci sono gli estratti delle foglie di aloe e questa pianta è molto indicata per lenire la pelle, difatti ho visto subito i risultati: se le labbra e il loro contorno tirano o pizzicano mi basta applicarlo per sentire sollievo ed ho notato anche come mi ha fatto diminuire i rossori.
    Non ha un profumo particolare, ha una consistenza tendente al morbido ma non è uno di quei balsami che una volta messi poi vi va in giro per tutta il viso o che vi cola.
    Io mi ci sono trovata divinamente e la mia pelle ringrazia.
    Lo ricomprerei?
    Senza dubbio.
    Finora me lo ha sempre preso un’amica di mia madre, ma esiste il sito on-line di Forever Living da cui si può acquistare al prezzo di 4.29 euro e credo che lo riacquisterò da lì.
  • Cremafiori, Bottega Verde: la mia crema estiva preferita! Avendo una consistenza a metà tra un gel e una crema è ottima per quando fa caldo, poichè si assorbe subito e ha un SPF 15. Se avete la pelle secca, forse potrebbe risultare un po’ leggera per l’inverno, ma d’estate per me è un must!
    La ricomprerei?
    Oh si! Sono ormai due volte che la ricompro e mi ci trovo sempre bene. 🙂
    50 ml costano 16.99 euro.
  • 100% Color Mascara, Debby: un mascara colorato di un bel viola intenso! Adoro avere questo tipo di rimmel soprattutto durante la primavera, quando arrivano le belle giornate poichè danno quel tocco in più agli occhi.
    Devo dire che non è un mascara con particolari proprietà allunganti o volumizzanti, serve giusto a dare un po’ di colore; se però lo applicate dopo il vostro mascara di fiducia otterrete comunque un effetto molto carino.
    Lo ricomprerei?
    Assolutamente sì e questa volta magari proverei il verde; il costo mi pare sia intorno ai 3-4 euro.
  • Stick Labbra Ultra Ricco Karité, L’Occitane: NCS, ovvero non ci siamo.
    Non mi ha detto proprio niente di che, si assorbe troppo in fretta, non idrata a fondo le labbra e secondo me non vale gli 8 euro che costa.
    Lo ricomprerei?
    Proprio no.

Questò è tutto ciò che ho terminato negli ultimi tre mesi circa; spero di avervi tenuto un po’ compagnia e di avervi fatto venire curiosità su qualche prodottino.
Baci a tutti!

Elena

Senza categoria

Gratitude journal.

Buongiorno a tutti!
Oggi ho deciso di fare un post diverso e di parlarvi di una nuova “esperienza”, che ho iniziato da un paio di giorni: tenere un Gratitude Journal.

Ma prima di tutto, cosa è un Gratitude Journal?
E’ un diario in cui ogni giorno si scrivono tre cose che sono successe durante quelle 24 ore e per cui si è grati. Queste cose possono essere anche piccoli aspetti della quotidinità che abbiamo apprezzato, come ad esempio una telefonata con la nostra migliore amica.

Ecco il mio Gratitude Journal:
gratitude journal 2
Potete scegliere qualsiasi tipo di quadernino, a me questo piace particolarmente ed è del marchio Legami.

Come funziona?
Ogni giorno, nel momento che preferite o che vi è più comodo, riflettete un attimo sulla vostra giornata e scrivete almeno tre cose per cui siete grati; ad ogni cosa assegnate un codice colore, che avrete stabilito all’inizio del diario. Ad esempio le piccole cose saranno contrassegnate dal colore blu, le novità dal colore rosa e così via.
Vi mostro come ho fatto io.

gratitude journal

Io ho scelto queste categorie: le piccole cose, la famiglia, il lavoro, gli amici, le novità, lo sport o comunque ciò che avviene fuori casa e i film o i libri (contrassegnati dal colore giallo che nella foto non si vede, sorry).
Ogni giorno mi sto limitando a scrivere cose essenziali, non mi dilungo a raccontare il momento per cui sono grata, ma scrivo un piccolo punto: per esempio il giorno di Pasqua sono stata grata per aver pranzato con la mia famiglia, per le chiacchiere con mia cugina e per il cioccolato. 🙂

Perchè ho deciso di iniziare?
Perchè ultimamente ci sono giornate in cui non mi sento bene dal punto di vista del morale; io ho un umore abbastanza altalenante e ogni tanto tendo alla malinconia, anche senza motivo, per cui ho pensato che tenere un Diario della Gratitudine mi può aiutare a riflettere su ciò che di bello esiste nella mia vita.
Le giornate brutte sicuramente ci saranno, ce le abbiamo tutti, e so che magari in quei momenti sarà difficile scrivere qualcosa per cui essere grati, tuttavia mi voglio sforzare di essere  più consapevole riguardo a ciò che di positivo mi accade.

L’idea l’ho presa da Chiara di Ma Che Davvero, blogger che adoro e lei spiega il suo Gratitude Journal qui: https://www.youtube.com/watch?v=D8UNucUp2bs

Fatemi sapere se anche voi tenete un quaderno simile. 🙂

Un bacio,
Elena

Senza categoria

Piccolo haul Kiko!

Buonasera gente!!!
Passato bene questo week end? Da me non è successo nulla di eccezionale a parte un sole stratosferico. ❤

Stasera un post veloce veloce per parlarvi dei recenti acquistini che ho fatto da Kiko; una delle ultime collezioni in edizione limitata è The Artist, che potete vedere pienamente sul loro sito: http://www.kikocosmetics.com/it-it/make-up/edizioni-limitate/the-artist.html

Due i prodottini che ho acquistato: per cominciare ho pensato che fosse un’occasione il pennello occhi duo che ha sia punta piatta che arrotondata; le setole sono sintetiche ma al tatto l’effetto è quello di un pennello morbido da ambedue i lati e il cui costo è di 11.90 euro.

brush kiko

In aggiunta per 6.90 euro ho preso l’eyeliner in penna con punta a spatola:

eye liner kiko

eye liner kiko punta

E’ la prima volta che vedo un eye liner così e dunque gli ho voluto dare una chance! 🙂

Mi sarebbe piaciuto anche uno dei blush sia per la consistenza che per le tonalità presentate ma al momento non ne ho bisogno e così ho risparmiato. 😀
Appena avrò testato bene questi prodotti la review sarà d’obbligo.

Se vi va, nel frattempo, lasciate un commentino e fatemi sapere se avete saccheggiato Kiko o qualche altro negozio.

Buona serata!
Elena

 

Senza categoria

Promossi del periodo!

Buon pomeriggio gente! Qui nella capitale c’è un tempo bruttissimo…il cielo è tutto grigio e fa freddo…ed io sono metereopatica, argh! Non mi va di uscire, ma anche dentro casa mi sento un po’ così…insomma è una di quelle giornate scialbe, che non vedo l’ora finisca.
Per ravvivarmi un po’ ho deciso di rivelarvi quali sono i prodotti che ho amato nell’ultimo periodo: sono solo tre, ma d’altronde tre è il numero perfetto quindi direi che posson bastare, eheh.
Vamos!

Biancaneve, Lush:
biancaneve

per me è uno dei saponi migliori di questa nota azienda inglese e mi piacerebbe tanto se lo rendessero permanente.
Infatti Biancaneve è un’ edizione limitata natalizia e sono già tre anni che lo ricompro perchè lo trovo fantastico.
Partiamo dal profumo: si avverte pienamente ma senza esagerare l’odore della mandorla, che rimane sulla pelle insieme ad un’ottima idratazione. Biancaneve infatti a contatto con l’acqua fa una delicata cremina che è la manna d’inverno per le mie mani e per il resto del corpo. Insomma un mai più senza! ❤
Il costo non lo ricordo precisamente: credo sia tra i 4 e 5 euro per 100 gr.

Olio di mandorle dolci, I Provenzali:
olio provenzali

è una conferma! Comprato più volte lo uso in pratica per tutto: come idratante sul corpo, per rimuovere i residui di cera post-depilazione, poco poco sulle punte dei capelli per nutrirli e profumarli: il muschio bianco è una profumazione deliziosa che mi fa impazzire.
Davvero è un prodotto valido, al quale non trovo un difetto; 200 ml costano 3.90 euro, quindi è anche economico. Insomma non può mancare nel mio bagno sennò impazzisco. 😀

Fisio Shampoo all’Aloe, Omia:
shampoo omia


in questa foto sembra terminato ma ce ne è ancora un pochino: tuttavia mi fate sapere con quale shampoo vi state trovando bene? Io ho i capelli normali tendenti al secco, ricci-mossi e grossi… grazie in anticipo!
Dunque passiamo alla recensione di questo prodotto: mi sei proprio piaciuto!
Credo sia uno dei pochi casi in cui non necessito di utilizzare il balsamo: infatti anche solo con lui i miei capelli sono morbidi, più sani e per niente crespi.
E’ proprio ciò di cui ho bisogno, poichè ultimamente ho notato una certa secchezza probabilmente anche dovuta al balsamo di Pantene.
Non profuma, è senza parabeni e, anche se non ricordo bene il prezzo,è un prodotto abbastanza economico.

 

Parlando di questi favolosi prodotti mi sento meglio, però il tempo è ancora pessimo, quindi credo proprio che mi darò al cioccolato e mi guarderò una nuova puntati di Agents of S.H.I.E.L.D., la mia nuova serie tv preferita. 😀
Buon pomeriggio a tutti!

Elena

Senza categoria

Bocciati del periodo!

Buongiorno a tutti! In questo uggioso e grigio lunedì voglio levarmi alcuni sassolini dalla scarpa e quindi parlarvi dei prodotti che proprio Non Ci Siamo!

Devo dire che fortunatamente in questo periodo i bocciati sono davvero pochi, oggi infatti sono solo due e credo che ciò sia perchè ho un po’ di cosine da testare ancora e dunque da recensire.
Bando alle ciance, cominciamo.

Seguimi – balsamo labbra, Lush:
seguimi lush
questo balsamo labbra da subito mi ha poco convinta. Infatti nonostante sia indicato per nutrire le labbra screpolate grazie ad ingredienti come il miele e il burro di karitè, lo trovo poco performante: si asciuga presto e non idrata sufficientemente.
Successivamente è subentrato un secondo motivo di delusione, ovvero dopo che lo applico avverto un forte pizzicore sulle labbra e sul loro contorno, il quale mi costringe a bagnarmi con acqua fredda per trovare un po’ di sollievo.
Non capisco perchè non mi abbia causato questa reazione sin dall’inizio, certo è che non lo posso promuovere.
12 grammi hanno un costo di 9 euro…un prezzo sicuramente esagerato, ma si sa che Lush non è un’azienda economica.

Cantando sotto la pioggia, Lush:
cantando slp
direi che il principale motivo per cui io l’abbia bocciato salta subito agli occhi e cioè la muffa!
Premessa: ho acquistato Cantando perchè Lush lo ha tolto dai suoi prodotti permanenti facendolo diventare un prodotto bye bye e prima che accadesse ciò volevo provarlo poichè ne avevo sempre sentito parlare bene.
Temo che Lush però mi abbia dato una fregatura in quanto ho potuto usare questo prodotto solo due volte e dopo ogni volta c’era la muffa, nonostante io asciugassi questo panetto dopo averlo utilizzato.
Concludendo non ho un’opinione completa quindi è come se fosse un prodotto non classificato; il costo mi pare fosse di 8-9 euro per circa 100 gr.

Questo è tutto ciò che boccio in questo periodo, fatemi sapere se avete mai provato uno di questi prodotti e se sì come vi siete trovate. 🙂

Buona settimana,

Elena.